Logistica E-Commerce: tutto quello che devi sapere per un e-commerce di successo

La crescita dell’industria dell’e-commerce ha reso più complesso il processo di logistica per permettere agli ordini di arrivare ai clienti. Anche a causa della pandemia da Covid-19 che ha avuto un impatto su intere catene di approvvigionamento dell’e-commerce.

Una cosa però rimane costante in questi tempi: ai consumatori non piace aspettare.

In un momento in cui le persone scelgono sempre di più l’online piuttosto che il negozio fisico, la velocità di spedizione può giocare un ruolo decisivo sul fatto di scegliere se comprare in un e-commerce o da un suo concorrente.

Ma l’infrastruttura logistica necessaria ad un e-commerce per soddisfare le richieste dei consumatori non è semplice da realizzare da soli. Come si fa a mettere il proprio brand in condizione di offrire una spedizione rapida senza tempo, risorse e l’investimento in diversi magazzini?

In questo articolo, entreremo nei dettagli di come funziona la logistica dell’e-commerce, come si differenzia dalla logistica di un negozio tradizionale e come offrire le migliori opzioni di spedizione.

 

COS’È LA LOGISTICA E-COMMERCE?

Con la definizione logistica per e-commerce ci si riferisce ai processi coinvolti nello stoccaggio e nella spedizione dell’inventario per un negozio o un marketplace online, compresa la gestione dell’inventario e il picking ,il packing  e la spedizione degli ordini.

La logistica dell’e-commerce inizia con lo spostamento dell’inventario dal produttore e dura fino a quando arriva a destinazione del cliente finale.

Il fulfillment digitale è uno dei pezzi più critici della logistica e-commerce, che comprende:

  •   Gestione dell’inventario
  •   Magazzinaggio e stoccaggio
  •   Il fulfillment degli ordini, o la raccolta, l’imballaggio e la spedizione degli ordini

Ognuno di questi componenti è in sé molto complesso, e mantenerli tutti insieme senza problemi non è un compito da poco. Se si decide di esternalizzare il fulfillment, il partner 3PL scelto deve essere affidabile e capace di soddisfare gli ordini, anche durante i periodi di punta e di vacanza.

Qualsiasi mancanza di comunicazione o di esecuzione all’interno della catena di approvvigionamento può avere un impatto negativo sull’esperienza del cliente.

 

LA SFIDA LOGISTICA PER GLI E-COMMERCE ITALIANI

Come detto in precedenza la gestione dell’apparato logistico è un aspetto di fondamentale importanza per ogni azienda e-commerce. È quello che fa la differenza per quanto riguarda la soddisfazione dei clienti ed è, quindi, un driver chiave per il successo del business. Per questo, non può essere trascurata, mai, in nessun momento e in nessun passaggio. 

Una delle sfide più grandi che oggi devono affrontare gli e-commerce italiani riguarda proprio questo, ovvero avere un sistema di distribuzione che sia il più possibile organizzato, rapido, efficiente, razionale, ottimizzato e soprattutto al passo con i tempi. Il consumatore on line, infatti, si aspetta opzioni sempre nuove e sempre più veloci per la consegna e il ritiro dei prodotti e soluzioni affidabili e moderne di tracciamento a rendicontazione.

 

 

LA CATENA LOGISTICA MODERNA: I 5 FATTORI FONDAMENTALI

Guardando indietro a 30-40 anni fa, c’era una linea relativamente dritta tra fornitori e rivenditori. Da quando l’e-commerce è cresciuto ed è diventato un canale mondiale, i processi logistici in entrata e in uscita risultano molto più complessi. Attualmente ci sono più parti in movimento e intermediari che aiutano a garantire che i prodotti raggiungano i clienti.

  1. Fornitori

I fornitori o produttori sono coloro che hanno un inventario pronto da spedire a una destinazione commerciale. Producono i prodotti e li spediscono ai centri di fulfillment o di logistica una volta che è stato effettuato un ordine di acquisto.

  1. Centri di fulfillment

I centri di fulfillment sono i grandi magazzini che tengono l’inventario vicino al consumatore finale, quindi ogni ordine viene raccolto, imballato e spedito non appena viene piazzato, per garantire una consegna rapida. I centri di fulfillment possono essere di proprietà o affittati da un’azienda di e-commerce, o da una società terza fornitrice di servizi logistici (3PL) che è una società professionale di fulfillment al dettaglio che svolge servizi per molti marchi.

  1. Hub di distribuzione

I grandi rivenditori di e-commerce hanno i loro prodotti in più luoghi del proprio Paese o nel mondo sia per gli ordini diretti ai consumatori (DTC) che per quelli B2B. Piuttosto che tenere tutto l’inventario in una sola posizione, che può portare a tempi di consegna più lunghi e a costi di spedizione più alti, dividere l’inventario permette una spedizione più rapida degli ordini DTC.

Si può scegliere di usare una struttura separata per gli ordini e-commerce B2B, che richiedono processi di evasione diversi dagli ordini DTC. Le differenze includono i requisiti di imballaggio, le esigenze di stoccaggio dell’e-commerce e le destinazioni finali di spedizione e i tipi di clienti.

  1. Strutture di smistamento

Le strutture che smistano gli articoli sono di solito per i negozi di e-commerce su larga scala che muovono grandi quantità di molti SKU.

  1. Corrieri

I vettori di spedizione gestiscono il trasporto dei prodotti alla loro destinazione. I vettori italiani più comuni sono FedEx, Bartolini, UPS, DHL e tipicamente trasportano i pacchi tramite camion e aerei.

 

DIFFERENZA TRA LOGISTICA E-COMMERCE E LOGISTICA TRADIZIONALE

La logistica dell’e-commerce e quella dei negozi fisici si differenziano in alcuni modi. Mentre la logistica dell’e-commerce si concentra sul portare i prodotti a casa del cliente, la logistica tradizionale si concentra sul portare i prodotti nei negozi.

I profondi cambi nei metodi di distribuzione tradizionali hanno trasformato molteplici aree della logistica, evidenziando le differenze tra il modello tradizionale e moderno. Vediamoli schematizzati nella tabella di seguito 

 

Logistica Tradizionale

Logistica E-commerce

Tipo di ordine/invio

Si lavora con carichi grandi e completi. Avviene il consolidamento delle merci.

Predominano colli di piccoli dimensioni, casse e pacchetti

Cliente

L’azienda dispone di un identikit preciso del proprio cliente. Fidelizzabile.

L’azienda non conosce il proprio cliente. Difficilmente fidelizzabile.

Flusso di merci

Regolare.

Irregolare e complesso.

Tipologia di scambio commerciale

B2B. Lo scambio avviene soprattutto con altre imprese o retailer

B2C, sebbene possano esistere casi di e-commerce B2B.

Domanda

Stabile e prevedibile.

Fluttuante e difficilmente prevedibile

 

Non è detto però che i due modelli debbano essere isolati fra loro, ma possono convivere, specie all’interno di un modello omnicanale.

 

COSA SERVE PER ECCELLERE NELLA LOGISTICA DELL’E-COMMERCE?

Per eccellere nella logistica dell’e-commerce, è necessario concentrarsi sull’efficienza della supply chain. Questo incorpora un mix di tecnologia, risorse e best practice progettate per aiutare a scalare il proprio business che cresce.

  • Software di gestione dell’inventario

La gestione dell’inventario richiede un reporting rigoroso e una visione in tempo reale delle quantità tra SKU e luoghi. Invece di opzioni manuali statiche come modelli di fogli di inventario o fogli di calcolo, sarebbe opportuno usare un software progettato per i processi logistici dell’e-commerce.

  • Sistemi di gestione del magazzino

Se si gestisce un proprio magazzino e tutti i componenti della logistica dell’e-commerce, sarà necessario un sistema di gestione del magazzino (WMS). Questi sistemi sono utilizzati per tracciare le prestazioni del magazzino e fornire informazioni preziose per migliorarne i processi.

  • Rapporti e approfondimenti

Gli ordini sono consegnati in tempo? Qual è il costo per ordine? Quali sarebbero i costi di spedizione se si passasse da un centro di fulfillment a due (o due a tre, e così via)?

Con la giusta tecnologia di reporting, è possibile ottenere automaticamente intuizioni preziose nei sistemi logistici di e-commerce per vedere come è possibile creare una supply chain snella e risparmiare sui costi dove necessario.

 

L’IMPORTANZA DI AVERE IL GIUSTO PARTNER PER LA LOGISTICA DELL’E-COMMERCE

Collaborare con il giusto 3PL può essere la chiave per il successo del proprio business. L’obiettivo è quello di trovare un partner logistico e-commerce che possa aiutare a massimizzare i profitti come e-commerce, ottimizzando la catena di approvvigionamento.

Il partner giusto può fornire quanto segue:

  1. Capacità di spedizione in 48h

Molte aziende di e-commerce si concentrano ora sull’avere la rete logistica necessaria per offrire la spedizione in 48h per i loro clienti. Questo è possibile grazie ad un inventario distribuito, che consente di spedire gli ordini dai magazzini più vicini ai clienti per ottenere così ordini consegnati più velocemente.

  1. Controllo delle performance

La tecnologia di una 3PL consente ai proprietari di e-commerce di mantenere sotto controllo la propria logistica attraverso dati e informazioni sempre aggiornati. Il reporting moderno e le metriche di distribuzione permettono di vedere cosa sta funzionando e cosa no nella propria catena di approvvigionamento.

  1. Migliore elaborazione dei resi

Riportare i resi dell’e-commerce nell’inventario può essere costoso e richiedere molto tempo. Con la moderna logistica e-commerce, è più facile che mai. I 3PL possono elaborare i resi per renderlo semplice e conveniente.

  1. Scalabilità

Con tutti i vantaggi sopra citati, le imprese di e-commerce possono scalare molto più velocemente il proprio business, avendo la rete logistica necessaria per mantenere i loro clienti felici.

 

Cerchi l’alleato perfetto per gestire la logistica del tuo E-Commerce?

Fby è proprio quello che fa per te!

Contattaci e richiedi un appuntamento con i nostri esperti!